Come accedere in ospedale e nelle strutture sanitarie

(ultimo aggiornamento: marzo 2022)

Check point di accesso agli ospedali e alle altre strutture dell’Azienda sanitaria

Le persone che intendono accedere alle strutture dell’Ausl di Piacenza per recarsi a far visita a un degente o accompagnare un utente, devono transitare attraverso i check point aziendali. In questi punti il personale presente misura la temperatura e verifica la validità della Certificazione Verde.

Dopo la verifica dei requisiti, il personale dei check-point fornisce a tutti coloro che vi si presentano il modulo di autodichiarazione per l’accesso in ospedale che dovrà essere compilato e consegnato all’arrivo in reparto.

Ogni visitatore o accompagnatore deveindossare la mascherina chirurgica, eseguire il lavaggio delle mani con gel idroalcolico e mantenersi a distanza di almeno 1 metro dalle altre persone presenti.

Per i pazienti che accedono ai servizi non serve la certificazione ma soltanto la compilazione del relativo modulo di autodichiarazione per l’accesso in ospedale.

Accesso visitatori

L’accesso di visitatori alle strutture ospedaliere è consentito solamente ai soggetti:

  • in possesso di Certificazione Verde COVID-19 rilasciata a seguito della somministrazione della dose di richiamo (booster) successivo al ciclo vaccinale primario;
  • in possesso di Certificazione Verde COVID-19 rilasciata a seguito del completamento del ciclo vaccinale primario o dell’avvenuta guarigione, unitamente a una certificazione che attesti l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso.

Visitatori reparti COVID

Nei reparti COVID è consentita la visita ai pazienti:

  • solo limitatamente a coloro che NON sono in Ossigeno terapia con casco e/o ad alti flussi
  • 1 visitatore per un massimo di 20 minuti al giorno in orario da concordare con il coordinatore del reparto
  • mantenendo la distanza di almeno 1 metro dal paziente.

Visitatori nei reparti di Terapia intensiva e Sub-intensiva

Nei reparti di Terapia intensiva e Sub-intensiva non è MAI consentivo l’ingresso ai visitatori A ECCEZIONE dei casi di aggravamento in modo concordato con il personale sanitario del reparto e previa vestizione/utilizzo di DPI adeguati.

Visitatori nei reparti intermedi

Nei reparti intermedi è consentito l’accesso di un unico visitatore per ciascun paziente per un massimo di 20 minuti al giorno in orario da concordare con il coordinatore del reparto.

Visitatori nei reparti NO COVID in orario diurno

Ogni paziente ricoverato può ricevere due visite al giorno della durata massima di 45 minuti ciascuna, consentendo la presenza di una sola persona per fascia orario di visita.

Accesso caregivers per l’assistenza non sanitaria e per l’assistenza ai pasti

L’accesso a caregivers, badanti o personale afferente alle Cooperative sociali autorizzate, è consentito SOLO nelle fasce orarie a loro attribuite in tutti i reparti di degenza a eccezione di:

  • Terapie Intensive e Sub-intensive
  • Unità coronarica (UTIC)
  • Dialisi
  • Servizio psichiatrico diagnosi e cura

Caregivers, badanti o personale afferente alle Cooperative sociali autorizzate, devono essere in possesso di Certificato verde COVID-19 rilasciato a seguito della somministrazione della dose di richiamo (booster) o a seguito del completamento del ciclo vaccinale primario o dell’avvenuta guarigione, unitamente a una certificazione che attesti l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso.

Consentita la presenza in Ostetricia per i neo papà

In Ostetricia è consentita la presenza del padre o di una persona di riferimento per la donna nelle ore diurne in un unico accesso giornaliero e per un massimo di un’ora da organizzare con il reparto. Al visitatore sono forniti adeguati Dispositivi di protezione individuale (DPI) da indossare prima di accedere al reparto.
È vietato l’ingresso a minori.
In caso di puerpera positiva, è consentita la presenza del padre o persona di riferimento (purché non in isolamento in quanto positivo) previa opportuna vestizione con gli adeguati Dispositivi di protezione individuale (DPI).

In Sala Parto consentita la presenza del padre

In Sala parto è consentita la presenza del padre o di una sola persona di riferimento per tutta la durata del travaglio e del post-partum. L’accompagnatore dovrà eseguire un tampone al momento dell’ingresso in reparto, salvo casi di soggetti in possesso di Certificato Verde.

In Pronto Soccorso ammessi gli accompagnatori in possesso di Certificato Verde

In Pronto Soccorso gli accompagnatori dei pazienti NO COVID possono accedere nelle sale di attesa purché muniti di Certificato verde.

È sempre consentito l’accesso per accompagnatori/caregiver di:

  • paziente minore
  • donna in gravidanza
  • pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge n. 104/1992)
  • paziente in una di queste condizioni: fine vita, grande anziano (ultraottantenne) allettato, presenza di barriere linguistiche

Nel caso l’accompagnatore/caregiver non sia in possesso di Certificazione verde COVID-19 l’accesso dovrà essere subordinato all’esito negativo di test antigenico, reso disponibile dalla struttura.

In Pronto Soccorso Pediatrico è consentito l’ingresso a un genitore

In Pronto Soccorso Pediatrico è consentito l’ingresso di un solo accompagnatore per ciascun minore. Per accedere al Pronto Soccorso Pediatrico occorre obbligatoriamente transitare nel pre-triage del presidio ospedaliero situato nel Pronto soccorso generale.
La permanenza in Osservazione breve e intensiva (OBI) da parte di un genitore o persona di riferimento è consentita per tutta la durata della degenza del minore.

In Pediatria è consentita la presenza h24 di un genitore per ciascun ricoverato

In Pediatria è consentita la permanenza h24 di UN SOLO genitore/persona di riferimento per ciascun ricoverato purché provvista di Certificazione verde Covid-19. È comunque prevista l’esecuzione di un tampone, se non già effettuato nelle 48 ore precedenti.

In Patologia neonatale accesso su appuntamento

In Patologia neonatale il padre/persona di riferimento può accedere previo appuntamento telefonico con il reparto, passaggio al check-point e vestizione con DPI idonei.

Un solo accompagnatore per prestazioni ambulatoriali

Per tutte le prestazioni ambulatoriali, è previsto l’ingresso di un solo accompagnatore, purché in possesso di Certificato verde.

In casi particolari: pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità, utenti minori, non autosufficienti o con disabilità fisica, psichica o cognitiva, nonché nell’eventualità di evidente barriera linguistica, gli accompagnatori possono accedere anche se in possesso del solo esito negativo di un tampone antigenico o molecolare effettuato nelle 48 precedenti l’accesso.

Condividi questa pagina: