Coronavirus, a Piacenza trend in salita dei nuovi contagi

I maggiori indicatori in crescita sul territorio. Il forte appello del Dg Baldino: “Il vaccino protegge, si corrono meno rischi”

Coronavirus, i numeri del contagio a Piacenza tornano a crescere. Commentando i dati della settimana tra il 23 e il 29 agosto, il direttore generale Ausl Luca Baldino ha evidenziato oggi un trend in ascesa: “Aumentano i positivi, i ricoveri ospedalieri e l’incidenza, con una media sensibilmente più alta del resto della Regione e soprattutto della media nazionale”. La situazione, nei reparti, è tranquilla, ma il manager Ausl coglie l’occasione del report settimanale per rinnovare con vigore l’invito a vaccinarsi: “Il vaccino protegge di più dal rischio di contagiarsi e diminuisce notevolmente le possibilità di contrarre una forma grave e finire in terapia intensiva”.
Ecco la situazione in dettaglio.

positivi di questa settimana sono 293, in aumento del 43,6 per cento rispetto alla settimana precedente, quando erano 204. L’indicidenza è di 103 nuovi positivi su 100mila abitantidecisamente più alta della media regionale (90), che è in crescita più contenuta come quella nazionale (77). “Questi numeri così alti – ha evidenziato Baldino – dipendono anche dall’efficienza del nostro sistema di tracciamento, che è molto preciso e rapido”.
tamponi eseguiti sono stati 10.510, con una percentuale di nuovi positivi pari allo 2,8% (la settimana scorsa erano 2,1%), percentuale che non si vedeva più da marco/ aprile.
I nuovi positivi appartengono, per la maggior parte, alle fasce di popolazione tra 0 e 17 anni e soprattutto a quella tra 18 e 40, quelle che ancora oggi sono meno vaccinate.
Le persone complessivamente in quarantena o isolamento rimangono stabili (erano 11054, questa settimana sono 1016).
Alla centrale Usca (Unità speciali di continuità assistenziali) le richieste giornaliere sono circa una trentina. Le segnalazioni fatte dai medici di famiglia nella settimana tra il 23 e il 29 agosto sono state complessivamente 197, in aumento rispetto ai 7 giorni precedenti.
In ospedale, gli accessi al Pronto Soccorso di pazienti sono mediamente 6 al giorno, mentre i ricoveri del 29 agosto erano 38. Al momento sono tre le persone in Terapia intensiva. Cinque i decessi. “In ospedale non abbiamo problemi, tutto è sotto controllo, non vedremo più le situazioni di stress vissute l’anno scorso. Ma mi preme sottolineare che i casi più gravi tra i ricoverati sono quelli dei non vaccinati, che hanno anche un’età media piuttosto bassa, tra i 40 e i 50 anni”.
Per quanto riguarda la vaccinazione, sono state somministrate complessivamente 376.445 dosi.
Gli assistiti con almeno una dose sono 199.380 (su 284.075).
Quindi, la percentuale di vaccinati rispetto agli assistiti è del 70,4% che sale al 77,4% se si considerano solo gli over 12.
“La campagna vaccinale – ha detto Baldino – è arrivata a un punto di svolta: adesso andiamo a cercare gli indecisi, dobbiamo essere il più capillari possibili. Per questo stiamo cercando di andare a vaccinare anche presso le scuole, per facilitare l’adesione degli studenti”.

Condividi questa pagina: