FAQ – Altre informazioni

Altre informazioni (29)

Attualmente sono disponibili test su prelievi naso/orofaringei o salivari (tamponi) e test su prelievi di sangue (sierologici). Di seguito alcuni dettagli.

TAMPONI

test molecolari: permettono di rilevare la presenza di materiale genetico (RNA) del virus

test antigenici rapidi: permettono di evidenziare rapidamente (15-60 minuti), attraverso tampone nasale, naso/oro-faringeo o salivare, la presenza di componenti (antigeni) del virus

SIEROLOGICI

I test sierologici evidenziano l’esposizione a SARS-CoV-2 attraverso la rilevazione nel sangue di anticorpi diretti contro il virus, ma non sono in grado di confermare o meno un’infezione in atto.

I tamponi al domicilio di fine quarantena sono riservati ai pazienti intrasportabili (es. allettati). Se ha difficoltà di spostamento lo riferisca all’operatore del Dipartimento di Sanità Pubblica che effettua le chiamate dei pazienti.

Solo gli operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica che effettuano la sorveglianza possono attivare le unità speciali di continuità assistenziale (USCA) per i tamponi a domicilio.

Risponda alle chiamate che riceve in questi giorni e riferisca la sua condizione all’operatore del Dipartimento di Sanità Pubblica che la sta chiamando.

Dipende dai singoli comuni.

Il Comune di Piacenza per consegna della spesa a domicilio ha attivato il recapito telefonico: 0523/492737 dalle 9 alle 12 dal lunedì al sabato.

Dopo aver installato l’applicazione IMMUNI sul suo cellulare deve scrivere una mail a malinfpc@ausl.pc.it indicando un recapito telefonico e il codice identificativo dell’applicazione.

Verrà ricontatta da un nostro assistente sanitario che le darà informazioni in merito.

Deve rivolgersi al suo medico curante.

I sanitari utilizzano linee telefoniche diverse. Tenga il telefono sempre a portata di mano e risponda anche ai numeri che non sono nella sua rubrica (fissi o cellulari) o a numeri privati.

Le relazioni con le Associazioni di Volontariato riconosciute dall’Azienda USL sono gestiti dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) dell’Azienda USL.

Per ogni informazione può telefonare al numero 0523-30.31.23 .

Il nostro ospedale aderisce allo studio regionale per la individuazione di cittadini che hanno sviluppato gli anticorpi al virus Covid-19. Gli interessati possono donare e sottoporsi in questo modo all’esame sierologico.

Qualora il test fosse positivo bisognerà poi sottoporsi al tampone e, durante l’attesa, garantire la quarantena fiduciaria. 

Questi i contatti AVIS:

Questo è il link a cui collegarsi: Ministero della Salute: Nuovo Coronavirus

Per conoscere tutte le misure in vigore in Emilia Romagna può collegarsi al sito Coronavirus: le misure in Emilia-Romagna. Il sito viene aggiornato giornalmente.

Può rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) telefonando al numero 0523-30.31.23 che le darà tutte le indicazioni necessarie.

Informazioni dettagliate sono contenute alla seguente pagina.

Per altre informazioni può contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) scrivendo una mail a urp@ausl.pc.it o telefonando al numero 0523-30.31.23 .

Per ogni informazione può scrivere una mail a donazioni@ausl.pc.it o telefonare al numero 0523-30.20.16

In alternativa consulti la pagina dedicata sul sito dell’Azienda USL di Piacenza.

No perché per attivare il Fascicolo Sanitario Elettronico occorre effettuare il riconoscimento di persona (de visu).

Al termine del periodo di isolamento potrà prenotare un appuntamento presso gli Uffici URP e gli sportelli delle case della salute, telefonando al numero 0523-30.31.23 o scrivendo a urp@ausl.pc.it

In alternativa è possibile attivare SPID (identità digitale) che le permetterà di accedere direttamente al suo Fascicolo Sanitario Elettronico oltre che ad accedere a molti servizi della Pubblica Amministrazione.

E’ necessario rivolgersi al proprio medico di famiglia.

In relazione all’attività vaccinale anti influenzale delle categorie a rischio eseguita presso EXPO’ l’AUSL informa che sono terminate le dosi vaccinali a disposizione per cui la prenotazione al numero 0523-187.14.12 è temporaneamente sospesa.

L’azienda ha provveduto a riacquistare ulteriori 7.000  dosi. Appena saranno disponibili sarà riattivato il servizio di prenotazione (dal lunedì al venerdì, ore 8-18)

E’ disponibile anche il vaccino anti-pneumococcico  (protegge soltanto dalle polmoniti batteriche), gratuito per i sessantacinque anni (nati nell’anno 1955) e per cronici di tutte le età. Anche per questa vaccinazione è necessario rivolgersi al proprio Medico di famiglia.

No. Nel caso in cui si venga identificati come “contatto stretto” di caso confermato COVID-19, nessun test con esito negativo permette di essere esonerati dal sottoporsi ad un periodo di quarantena.

Per maggiori informazioni potete consultare la seguente FAQ: Quanto dura il periodo di isolamento o quarantena?

Sì, le persone infette possono trasmettere il virus sia quando presentano sintomi che quando sono asintomatiche. Ecco perché è importante che tutte le persone positive siano identificate mediante test, isolate e, a seconda della gravità della loro malattia, ricevano cure mediche. Anche le persone confermate ma asintomatiche devono essere isolate per limitare contatti con gli altri. Queste misure interrompono la catena di trasmissione del virus.

Ecco perché è sempre importante osservare le misure di prevenzione precedentemente descritte (distanziamento fisico, utilizzo della mascherina, lavaggio frequente delle mani).

Il periodo nel quale la persona può contagiare le altre può iniziare uno o due giorni prima della comparsa dei sintomi, ma è probabile che le persone siano più contagiose durante il periodo sintomatico, anche se i sintomi sono lievi e molto aspecifici. Si stima che il periodo infettivo duri 7-12 giorni nei casi moderati e in media fino a due settimane nei casi gravi.

Chiami il numero COVID 0523-17.90.900 , gli operatori la metteranno in contatto con il servizio richiesto.

Chiami il numero COVID 0523-17.90.900 .

La metteranno in contatto con il servizio richiesto.

Si, qualsiasi documento sanitario ha valenza legale, anche l’esito di un tampone rapido; pertanto è necessaria la presenza di un genitore o comunque di un adulto

si, il minore deve essere comunque sempre accompagnato da un adulto.

In caso di sintomi il riferimento è sempre il pediatra o il medico di famiglia. Se il problema sanitario non è urgente ricordi che nella giornate di sabato e domenica e dalle ore 20 alle ore 8 di ogni giorno può contattare il servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) al numero 0523-34.30.00 che valuterà la situazione e attiverà, se necessario, gli approfondimenti necessari. Se ritiene che la sintomatologia sia particolarmente grave deve chiamare il 118.

E’ il medico di famiglia o il pediatra che può attivare l’assistenza domiciliare per i pazienti non autosufficienti.

Non è il cittadino che attiva l’USCA. Può farlo solo il medico di medicina di famiglia o il pediatra dopo aver valutato i sintomi del paziente.

Deve attendere la chiamata del Servizio di Igiene Pubblica. Nel frattempo deve isolarsi all’interno del domicilio possibilmente dormendo in una stanza separata e utilizzando un bagno diverso.

Se sviluppa sintomi contatti il subito il suo medico di famiglia.

Se non è stato contattato dopo 72 ore dalla comunicazione della positività del convivente chiami il numero COVID 0523-17.90.900

Può contattare  il servizio di Continuità assistenziale (ex Guardia Medica) che prosegue l’attività del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta nei giorni e orari in cui queste figure non sono presenti (ore notturne e nei giorni prefestivi e festivi).

Le funzioni che svolge sono sovrapponibili a quelle effettuate dal medico di famiglia: fornisce consigli telefonici, effettua visite domiciliari e ambulatoriali. Non si tratta quindi di emergenza-urgenza, nel qual caso occorre chiamare il 118.

Il servizio di Continuità assistenziale è garantito dalle ore 20 alle 8 dei giorni feriali e dalle ore 8 del sabato, o altro giorno prefestivo, fino alle 8 del lunedì , o del giorno feriale successivo. Per accedere al servizio occorre contattare il numero del centralino unico, 0523-34.30.00 .

Il servizio di Continuità assistenziale è gestito attraverso una rete di 13 sedi diffuse sul territorio provinciale:

  • Bettola
  • Bobbio
  • Ferriere
  • Fiorenzuola
  • Monticelli
  • Morfasso
  • Ottone
  • Piacenza (3 sedi)
  • Pianello
  • Podenzano
  • San Nicolò di Rottofreno

In caso di sintomi il cittadino deve rivolgersi al proprio medico di medicina generale che valuta se i sintomi sono riconducibili a COVID-19.

Se il medico riscontra sintomi riferibili a Covid-19 effettua la segnalazione di caso sospetto per attivare la centrale di coordinamento USCA e l’eventuale tampone. In caso di esito del tampone negativo il cittadino viene avvisato tramite SMS, e non riceverà nessuna altra comunicazione da parte del servizio di Igiene Pubblica.  Se il tampone è positivo invece, il paziente viene contattato dall’Igiene Pubblica che avvia la messa in quarantena della persona e dei suoi contatti.

Ricordi che il suo medico di famiglia vede i referti dei suoi tamponi

In caso di giornata festiva o prefestiva contatti il medico di continuità assistenziale (ex Guardia Medica) al numero 0523-34.30.00 . Se ha sintomi gravi chiami il 118.

Load More


Condividi questa pagina: