In Emilia-Romagna vaccinazione antinfluenzale anche in farmacia

Via libera all’accordo tra la Regione e le Associazioni di categoria. L’assessore Donini: Quanti più canali possibili per favorire l’adesione

Bologna – L’Emilia-Romagna aggiunge un altro tassello nella campagna vaccinale contro l’influenza. Grazie all’accordo tra la Regione e le Associazioni di categoria delle farmacie convenzionate tutti i cittadini maggiorenni che hanno diritto alla vaccinazione antinfluenzale gratuita possono vaccinarsi anche in farmacia. Naturalmente a somministrare il vaccino continueranno anche ad essere i medici di medicina generale aderenti alla campagna 2022-2023, i servizi di Igiene e sanità Pubblica e i servizi di Pediatria di Comunità.  

L’accordo, recepito da una delibera di Giunta, permette infatti alle farmacie convenzionate – peraltro già impegnate nella campagna anti Covid-19 – di somministrare il vaccino antinfluenzale a chi ha diritto alla vaccinazione gratuita, purché sia maggiorenne e risultato idoneo alla vaccinazione in farmacia a seguito della compilazione del modulo di pre-triage allegato.
L’elenco delle farmacie aderenti, pubblicato sul sito www.vaccino-antinfluenzale.it, è in costante aggiornamento.

Scarica il modulo per il consenso informato

“Le farmacie dell’Emilia-Romagna – sottolinea l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini– hanno offerto e stanno offrendo un supporto fondamentale nella somministrazione dei vaccini anti Covid. E altrettanto faranno anche per la campagna antinfluenzale, che ha preso il via lunedì 24 ottobre.  Grazie alla disponibilità, alla vicinanza e al rapporto diretto con il proprio farmacista, siamo fiduciosi che con tanti canali a disposizione,  i cittadini colgano questa opportunità, e confidiamo di raggiungere un’ampia copertura vaccinale”.

Le dosi di vaccino antinfluenzale provengono dalle quote acquistate dalle Aziende sanitarie tramite procedura di gara centralizzata e sono messe a disposizione secondo una programmazione progressiva e in funzione delle prenotazioni presso le singole farmacie. In una prima fase per l’intera regione saranno disponibili complessivamente 15.000 dosi.

Condividi questa pagina: