Cosa fare al rientro dall’estero

Il 14 gennaio 2021, è stato approvato un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che contiene disposizioni per il territorio nazionale e per gli spostamenti da/per l’estero, in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo 2021. 

Al DPCM 14 gennaio 2021 hanno fatto seguito, modificando e integrando la disciplina degli spostamenti da/per l’estero, le ordinanze del Ministro della Salute. In particolare per i seguenti Paesi: 

  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord
    LOrdinanza 9 gennaio 2021 ha previsto restrizioni agli ingressi per coloro che hanno soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti l’ingresso in Italia nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord.
    Qui la sezione del Ministero della Salute dedicata al Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord
  • Brasile
    L’Ordinanza 13 febbraio 2021 dispone fino al 5 marzo 2021 il divieto di ingresso in Italia per tutti coloro che provengono dal Brasile o che vi abbiano soggiornato/transitato nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia.
    Qui la sezione del Ministero della Salute dedicata al Brasile
  • Austria
    L’Ordinanza 13 febbraio 2021 dispone fino al 5 marzo 2021 limitazioni all’ingresso e il transito nel territorio italiano, per le persone che nei 14 giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato per un tempo superiore a 12 ore in Austria.
    Qui la sezione del Ministero della Salute dedicata all’Austria

Per informazioni più dettagliate e i link ai provvedimenti normativi visitare il sito dedicato.

Spostamenti da e per l’estero 

(Fonte: Ministero della Salute)
Il Dpcm 14 gennaio 2021continua a basarsi su elenchi di Paesi (Allegato 20) per i quali sono previste differenti limitazioni.

  • Elenco A – Stato della Città del Vaticano e Repubblica di San Marino
  • Elenco B – Gli Stati e i territori a basso rischio epidemiologico verranno individuati, tra quelli di cui all’Elenco C, con ordinanza adottata ai sensi dell’articolo 6, comma 2 del DPCM 3 dicembre 2020.
  • Elenco C –  Austria (con limitazioni specifiche), Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia, (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.
  • Elenco D – Australia, Giappone, Nuova Zelanda, Repubblica di Corea, Ruanda, Singapore, Thailandia, nonché gli ulteriori Stati e territori a basso rischio epidemiologico, individuati tra quelli di cui all’Elenco E, con ordinanza adottata ai sensi dell’articolo 6, comma 2 del DPCM 3 dicembre 2020.
  • Elenco E – Tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco
    Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord.
    Regole specifiche per chi ha soggiornato o transitato nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord

Prenotare un tampone a Piacenza

A Piacenza si può prenotare il tampone chiamando:

  • dall’Italia il numero 800-651.941
  • dall’estero il numero +39.0523.339502

Contestualmente alla prenotazione del tampone, occorre comunicare al Servizio di Igiene Pubblica il proprio rientro:
– preferibilmente compilando l’apposito modulo
– in alternativa scrivendo una mail a comunicazione-transito@ausl.pc.it indicando nome, cognome, indirizzo, data di nascita, recapito telefonico cellulare, luogo e date del soggiorno all’estero e luogo e data del rientro.   

Link utili

Condividi questa pagina: